MUSICA ED ESISTENZA

 11 amatori

 11 amatori 2020.07.23 – Il fascino dell’accadere. Grazia e charme nel pensiero di Jankélévitch 23 luglio 2020 – Il fascino dell’accadere. Grazia e charme nel pensiero di Jankélévitch nell’ambito dell’International Summer School of Higher Education in Philosophy, « L’evento e la grazia », organizzato da Inschibboleth a Castelsardo, Sardegna, Italia. ABSTRACT Il saggio affronta il temaContinua a leggere “MUSICA ED ESISTENZA”

SU FREUD di Elvio Fachinelli

 146 amatori

Fachinelli si impegna a mostrare il legame indissolubile tra l’invenzione del metodo psicoanalitico e l’applicazione dello stesso su di sé: Freud non ha cioè mai omesso – questo emerge dal quadro fachinelliano – di implicarsi nella propria ricerca, di sperimentare su di sé quello che propinava al mondo.

GLI OTTO QUARTETTI PER ARCHI DI MARIO LAVISTA

 73 amatori

 73 amatori Mario Lavista (1943-2021), compositore messicano del XX secolo, negli anni ’60 studia composizione al Conservatorio Nazionale del Messico sotto la guida di Carlos Chávez, Héctor Quintana e Rodolfo Hallfter. Riceve nel 1967 una borsa dal governo francese e si forma anche a Parigi, dove frequenta i corsi di Henri Pousseur, Nadia Boulanger, Christoph CaskelContinua a leggere “GLI OTTO QUARTETTI PER ARCHI DI MARIO LAVISTA”

ALVIN CURRAN in Penultimi pensieri/Concerto di Compleanno per Erik Satie – Teatro Miela di Trieste

 174 amatori

 174 amatori ALVIN CURRAN Penultimi Pensieri – Concerto di compleanno per Erik Satie17 maggio 2022Teatro Miela, Trieste Frammento I – 0.40-04.14 minsFrammento II – 04.17-05-47 minsFrammento III – 05.50-10.44 minsFrammento IV – 10.50-17.05 minsFrammento V – 17.08-27-24 minsFrammento VI – 27.26-42.08 mins Alvin Curran (Ill. I) corona i giorni del Satierose Festival 2022, organizzato da 30Continua a leggere “ALVIN CURRAN in Penultimi pensieri/Concerto di Compleanno per Erik Satie – Teatro Miela di Trieste”

GUSTAV MAHLER, DER TITAN, SINFONIA N. 1 IN RE MAGGIORE

 170 amatori

È stato più volte rilevato come in Mahler la forma musicale non basti a se stessa, ma aspiri ad una cornice ideale, ad una “grande narrazione” in cui inverarsi. La perdita progressiva di tali paradigmi ideali è il rito funebre in cui consistono le sinfonie di Mahler. Nella prima sinfonia è la Natura, vista attraverso il prisma dei ricordi d’infanzia, ad assumere il ruolo di redentrice.

MAMMA MARCIA di Curzio Malaparte

 271 amatori

In che senso, allora, dovremmo rileggere Malaparte? Mamma marcia è lo sguardo radicato di un uomo che ha il coraggio di non mentire a se stesso. L’inestimabile valore di queste pagine, se non per la Verità stilistica già da tempo riconosciutagli, è quello di riattivare un processo dialettico e critico. Che alcune delle sue esternazioni – come quelle che si trovano nell’ultima parte di Mamma marcia – risultino oggi inaccettabili e inascoltabili, non può implicare una rimozione di questo autore dalla memoria culturale.

LA MUSICA PRIMITIVA di Marius Schneider

 324 amatori

Elzeviro di La musica primitiva di Marius Schneider. Il basso continuo di queste pagine è il fatto che l’essenza dell’uomo è acustica. Così, le Upanisad dicono che solo “colui che ha l’udito come regno” è un vero saggio. Il mondo magico (il mito) cede, tuttavia, spazio al mondo religioso, in cui la musica non è più l’essenza dell’equilibrio tra cielo e terra, ma diviene una mera tecnica da padroneggiare per poter imitare la natura.

GUSTAV MAHLER E IL ROMANZO DELLA SINFONIA

 110 amatori

 110 amatori «Il pubblico, oh Dio, che faccia può fare davanti a questo caos che continua eternamente a partorire un mondo che dura un solo istante e subito torna a dissolversi?» (Mahler 2010: 256). Lo sfogo lucidissimo del compositore a proposito dello Scherzo della Quinta Sinfonia, contenuto in una lettera alla moglie Alma, può ben riferirsiContinua a leggere “GUSTAV MAHLER E IL ROMANZO DELLA SINFONIA”