WALT WHITMAN, Song of Myself, XXI, I am the poet of the Body

 120 amatori

I am the poet of the Body

I am the poet of the Body and I am the poet of the Soul,
The pleasures of heaven are with me and the pains of hell are with me, The first I graft and increase upon myself, the latter I translate into a new tongue.

I am the poet of the woman the same as the man,
And I say it is as great to be a woman as to be a man,
And I say there is nothing greater than the mother of men.

I chant the chant of dilation or pride,
We have had ducking and deprecating about enough,
I show that size is only development.

Have you outstript the rest? are you the President?
It is a trifle, they will more than arrive there every one, and still pass on.

I am he that walks with the tender and growing night,
I call to the earth and sea half-held by the night.

Press close bare-bosom’d night — press close magnetic nourishing night! Night of south winds — night of the large few stars!
Still nodding night — mad naked summer night.

Smile O voluptuous cool-breath’d earth!
Earth of the slumbering and liquid trees!
Earth of departed sunset — earth of the mountains misty-topt!
Earth of the vitreous pour of the full moon just tinged with blue!
Earth of shine and dark mottling the tide of the river!
Earth of the limpid gray of clouds brighter and clearer for my sake!
Far-swooping elbow’d earth — rich apple-blossom’d earth!
Smile, for your lover comes.

Prodigal, you have given me love — therefore I to you give love!
O unspeakable passionate love.

Io sono il poeta del Corpo, io sono il poeta dell’Anima,
i piaceri del cielo sono con me e le sofferenze dell’inferno sono con me,
i primi li innesto e li faccio crescere su me stesso, questi
ultimi li traduco in una nuova lingua.

Sono il poeta della donna come dell’uomo,
e dico che è grande essere donna come essere uomo,
e dico che non c’è niente di più grande che la madre degli uomini.

Io canto la canzone dell’espansione e dell’orgoglio,
abbiamo avuto abbastanza inchini e deprecazioni,
io mostro che la grandezza è soltanto sviluppo.

Hai superati tutti gli astri? sei il Presidente?
È una sciocchezza, si arriverà anche più in là,. si andrà oltre.

Io sono colui che cammina con la tenera notte che cresce,
io chiamo la terra ed il mare per metà occupati dalla notte.

Fatti più vicina, o notte dai seni denudati, fatti più vicina magnetica notte che nutri! Notte dei venti del sud – notte di poche larghe stelle!
calma notte chinata – folle e nuda notte d’estate.

Sorridi voluttuosa terra dal fresco respiro!
Terra di dormienti, liquidi alberi!
Terra del tramonto andato – terra delle montagne dalle vette di nebbia!
Terra del vitreo scorrere della luna piena tinta di blu!
Terra dello splendore e dell’oscurità che screziano l’acqua al fiume!
Terra del limpido grigio di nuvole più vivide e più chiare per amor mio!
Terra che si stende lontano a gomito – terra ricca di meli in fiori!
Sorridi, il tuo amante arriva.

Prodiga, tu mi hai dato amore – perciò io a te do amore!
Oh indicibile, appassionato amore!

Traduzione italiana di Giuseppe Conte, in Walt Whitman, Foglie d’erba, edito da Giuseppe Conte con un saggio di Harold Bloom e una nota di Henry David Thoreau (Milano: Arnoldo Mondadori Editore, 1991), Da Il canto di me stesso, XXI, pp. 57-59.

Camilla McMiller
Camilla McMiller

Dopo la triennale in Comunicazione all’Università della Svizzera Italiana di Lugano, si diploma al biennio del Conservatorio Professionale dell’Acting Studio di Stella Adler a Los Angeles. Ha vissuto in Italia, Brasile, Canada, Inghilterra e Stati Uniti, madrelingua in inglese, italiano e portoghese ha diverse esperienze tra il teatro e l’improvvisazione (workshop di Sean Cowhig e James Warfield):

– è stata diretta da Andria Kozica in Lebensraum di Israel Horowitz per 3 attori e 40 personaggi
– è stata Dionyza nel Pericle di William Shakespeare per Sean Spann
– ha assunto il ruolo della “madre” nella versione teatrale di A Monster Calls tratto dall’omonimo testo di Patrick Ness e Siobhan Dowd sotto la regia di Dana Martin

e-mail: camillamcmiller@gmail.com

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: